• Siracusa. Trenta giovani con disagio psichico imparano un mestiere con il progetto "Dolce verde"

    Un percorso di formazione teorico-pratica per sostenere l’inclusione sociale e lavorativa di persone con disabilità. E’ il progetto “Dolce Verde”, frutto di una partnership tra la capofila Cooperativa San Martino, le associazioni “Diversamente Uguali”, “Afadipsi”, “Angsa-I figli delle Fate” e l’ente di formazione Kalimera. Sabato alle 9, nell’azienda agricola Pupillo, saranno presentati i risultati del progetto avviato ad aprile 2013 e finanziato nell’ambito dell’avviso pubblico 1/2011 della Regione Sicilia. Trenta i giovani con disagio psichico, autismo, disabilità intellettiva, fisica o sensoriale che, tramite questa iniziativa, hanno avuto l’opportunità di imparare un mestiere partecipando a un percorso di formazione e lavoro. Per un totale di 450 ore di teoria, 450 ore di stage e 400 di work experience nelle del territorio siracusano.
    “Una parte significativa degli allievi – spiega Ivana Severino, direttrice del progetto Dolce Verde – ha acquisito competenze professionali di ottimo livello che possono rappresentare un’importante pre-condizione per un inserimento lavorativo stabile”.
    Suddivisi in due gruppi da 15, i partecipanti al progetto “Dolce Verde” hanno, infatti, affrontato due distinti percorsi professionalizzanti negli ambiti del giardinaggio e della pasticceria, guidati da docenti esperti.

    freccia