• Siracusa. Una lavabiancheria in mare in Ortigia, nuova frontiera dell’abbandono

    Una lavatrice nelle acque di Ortigia. Succede anche questo nella Siracusa del 2020. Difficile pensare ad un incidente: per finire giù, oltre la ringhiera, nel lungomare nei pressi di via Nizza, ce ne vuole. Si fosse trattato di un inconveniente tecnico, qualcuno avrebbe avvisato le autorità competenti. Qualcuno, allora, ha probabilmente pensato di sbarazzarsi così dell’ingombrante, passando dall’abbandono su strada direttamente a quello in mare. Da rabbrividire. Ogni ulteriore commento sarebbe superfluo.
    Il nucleo Ambientale della Polizia Municipale vuol vederci chiaro ed in questo potrebbero dare una mano d’aiuto le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.
    Diversi sub si sono spontaneamente messi a disposizione per il recupero dell’elettrodomestico scaraventato in mare. L’operazione potrebbe ricevere nelle prossime ore il via libera dell’assessorato all’Ambiente, sentita presumibilmente anche la Capitaneria di Porto.

    freccia