• Spostamenti, ristorazione e negozi in zona “arancione”: cosa si può fare e cosa no

    Dopo i giorni da zona rossa sotto Natale, da oggi e fino al 30 dicembre si passa in zona “arancione”. Cambiano allora le regole per gli spostamenti e per le aperture dei negozi.
    Un veloce promemoria: in zona arancione ci si può spostare all’interno del proprio Comune senza autocertificazione. Rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5. Vietato spostarsi tra Regioni (e Comuni differenti) tranne che per comprovate esigenze e rientro a casa. Esistono comunque due deroghe agli spostamenti, anche tra Comuni differenti. La prima è la visita a un parente o ad un amico, consentita una volta al giorno, con l’autocertificazione e in auto in due persone, oltre ad eventuali figli minori di 14 anni; la seconda riguarda i residenti in Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti che possono liberamente spostarsi in centri vicini, entro un raggio di 30km ma con il divieto di raggiungere i capoluoghi di provincia.
    I negozi tornano ad essere aperti, fino alle 21. I centri commerciali sono chiusi nei festivi e prefestivi. Sospese le attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie). Si può ordinare cibo a domicilio senza restrizioni e fino alle 22 è possibile anche acquistarlo da asporto con il divieto di consumarlo sul posto.

    freccia