• Cittadella dello sport, tra riqualificazione degli impianti e impegno sociale

    Fra commozione e partecipazione questa mattina nella sala stampa della Cittadella dello sport per parlare di impianti ma anche di tanta solidarietà legata al mondo dello sport, come ha sottolineato Valerio Vancheri, presidente del Circolo Canottieri Ortigia. “Quando da folli qualche tempo fa decidemmo di affrontare questa avventura e riqualificare gli impianti sotto la nostra gestione ci siamo posti un obiettivo, ovvero rendere le strutture importanti per un agonismo d’élite, ma anche di avere un contenitore importante per il sociale, dai bambini e i ragazzi delle scuole allo sport amatoriale e verso coloro che non hanno facilità di accesso alle strutture sportive, dunque disabili ma anche minori migranti non accompagnati, verso cui siamo già particolarmente attenti. Questo proposito ha creato un movimento e una spinta che mi ha commosso e stupito e allo stesso tempo mi ha dato grande voglia di andare avanti. Oggi annunciamo questo fatto concreto, dall’idea del torneo di calcetto, a giornate dedicate alla consulta studentesca coinvolgendo ordini professionali e associazioni varie, che ci hanno permesso di consegnare alla Cittadella delle strutture come due sollevatori per diversamente abili da utilizzare nelle vasche; grazie al grande movimento che si è creato abbiamo poi ricevuto canestri per il baskin, e il quarto campo dedicato a questa attività. Due canestri grandi e altrettanti piccoli, con la possibilità di allestire un quinto campo esterno ed entro il mese di gennaio riceveremo le attrezzature per il sittin volley. Da febbraio cominciate a farvi vedere perché passeremo all’atto pratico e per questo ringrazio tante persone e tante associazioni e mi commuovo elencando alcuni amici particolari perché la partecipazione è stata encomiabile”.
    In questi giorni non sono mancate critiche e pizzicate sugli imepgni effettivi del gestore. “Abbiamo consegnato agli uffici del Comune relazioni a consuntivo e superiamo lavori per oltre il mezzo milione di euro. E per snocciolare dei numeri aggiungo che si sono svolti ben 305 eventi ufficiali nella stagione 2017-18 con 74 incontri agonistici e fino a dicembre 2018 ben 160, quindi più del doppio rispetto all’anno precedente, dunque più si aumenta l’efficienza più aumenta anche la fruizione. Parliamo di un trend virtuoso che ci inorgoglisce ma ci responsabilizza, più del 70 per cento delle attività in provincia si svolge in questo impianto, più del 90 per cento in città”.
    Bernadette Lo Bianco, porta la voce dell’associazione Sport per tutti: “Oltre al sollevatore donato dalla nostra associazione e da tanti altri privati, ringraziamo anche tutte le associazioni per diversamente abili per il supporto reciproco. Trovare in Sicilia una struttura con questa efficienza è davvero una realtà dunque il fare squadra in questo caso ha portato risultati importanti”.
    Intervenuto anche l’Assessore allo Sport, Nicola Lo Iacono, che ha sottolineato quanto sia stato importante fare squadra. “Dove non è riuscita ad arrivare l’amministrazione, sono arrivati i privati. Plauso a loro ed al Circolo Ortigia per la gestione anche perché la nostra Cittadella rappresenta la bomboniera dello sport siracusano. Alcuni impianti sono stati riqualificati, la Cittadella non aveva goduto di queste riqualificazioni in questi anni dunque lo sforzo fatto per essere riusciti a ridare luce a questo impianto, è certamente un vanto. Poi sono arrivati anche i risultati sportivi e nonostante i successi non sono mancate le attenzioni verso il sociale”.
    Vancheri ha poi aggiunto che sono già partiti gli ordini per la riqualificazione del tensostatico e nel giro di un paio di mesi “dovremmo avere dei risultati, manca solo una firma da parte dell’ufficio tecnico comunale per poter mettere l’impiantistica della Cittadella dello Sport per poter partecipare a bando pubblico per ulteriore finanziamento”.

    image_pdfimage_print
  • freccia