• Coronavirus, Siracusa e le polemiche sulla sanità: la Cigl, “Emergency supporti gli ospedali”

    Anche il segretario regionale della Cgil, Alfio Mannino, rilancia l’idea di chiedere la collaborazione di Emergency a supporto delle strutture sanitarie di Siracusa. “Una proposta da accogliere senza esitazione, mettendo al primo posto la salute pubblica. Si metta stop dunque alle polemiche e si affrontino subito i problemi reali nell’interesse di tutti”, dice insieme al segretario della Funzione pubblica, Gaetano Agliozzo.
    Ad avanzare la proposta era stata la Camera del lavoro di Siracusa con una richiesta indirizzata alla direzione dell’Asp. “Mentre nulla si muove fuorchè il furore della polemica, noi guardiamo avanti”, dicono i due sindacalisti con riferimento alla richiesta di dimissioni dei vertici della sanità siracusana, piovute da più parti. “C’è bisogno di ripristinare la funzionalità del sistema sanitario a Siracusa – sottolineano i due sindacalisti regionali – e un clima di fiducia e sicurezza tra gli operatori e presso la collettività. A questo punto la soluzione Emergency, che sta già operando com’è noto in altre aree del Paese e che possiede competenze e Know how avanzati per affrontare le crisi sanitarie ci pare un buon modo per uscire da un’impasse che è grave in un momento in cui c’è da assicurare la salute pubblica.
    Cgil e Fp chiedono inoltre che “tra vertici delle aziende ospedaliere, direzioni sanitarie e sindacati si instauri un clima di confronto e collaborazione per mettere in luce e superare i problemi che via via emergono, cosa che abbiamo già chiesto al tavolo col governo regionale”.

    freccia