• Pallamano: Albatro e Aretusa, tanti buoni motivi per sorridere

    Esordio casalingo con vittoria per la pallamano Aretusa che ha piegato 25-22 la resistenza di un agguerrito Cus Palermo nel campionato maschile di serie B. Dopo il 13-13 al termine della prima frazione, gli aretusei di Gigi Rudilosso hanno pigiato il piede sull’acceleratore spinti da Giuffrida (5 reti), Rizza, Sortino e Melluzzo (4), Greco (3). A completare il tabellino dei marcatori anche Attardo con una doppietta e Ragusa, Santoro e Accolla con una rete a testa. “Oltre la vittoria altra nota positiva gli oltre 250 spettatori che hanno tifato dagli spalti e sostenuto la squadra – ha riferito la società con in testa il presidente Placido Villari che ha ospitato il presidente regionale della Figh, Sandro Pagaria – abbiamo riscontrato buon seguito e siamo soddisfatti”. Soddisfazione per il primo successo stagionale della maschile ma anche per il secondo della femminile, visto che le ragazze di Salvo Signorelli hanno ottenuto il secondo successo in altrettanti incontri, piegando agevolmente la Guidotto Licata. Dopo il 16-6 della prima frazione, le aretusee hanno controllato chiudendo 29-21, trascinate dalle 7 reti a testa di capitan Giallongo e Caldarola, le 6 di Casella, le 3 di Giarratana e Spada, le 2 di Inì e il gol di Calla.

    Se la neonata Pallamano Aretusa ha motivo di sorridere, altrettanto può fare l’ambiziosa Albatro che dopo aver “passeggiato” alla prima giornata si è ripetuta nella seconda vincendo 40-17 sul campo della Villaurea Palermo. Prima frazione chiusa sul 17-9 per i ragazzi di Peppe Vinci che hanno sempre controllato il match grazie alla consueta verve di Gianluca Vinci. Dopo le 14 reti alla prima giornata e il top scorer riconosciuto del girone, ieri sera sono arrivate altre 11 reti per un atleta chiaramente di categoria superiore ma che per scelta ha deciso di sposare il nuovo progetto dell’Albatro al fianco di papà Peppe che a fine gara ha dichiarato: “Non pensiamo al risultato e guardiamo avanti. Oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo giocato senza alcuna distrazione e abbiamo mostrato grande determinazione. Il campionato è lungo, ora rifiateremo con la pausa prevista e poi andremo avanti per la nostra strada. Gli unici avversari da temere siamo noi stessi. Dovremo cercare di restare compatti fino al termine e far pesare la qualità e l’esperienza di alcuni tra i nostri”. Vinci e Vanoli top scorer con 11 reti a testa, poi Manuele con 6, Dell’Aquila con 5, Randieri 4, Argentino 2 e Murga 1. Ottimo l’esordio tra i pali del giovanissimo Lorenzo Rubino.

    Nella foto: a sinistra Placido Villari col presidente Figh, Pagaria e un dirigente dell’Aretusa; a destra il giovanissimo Lorenzo Rubino che ha esordito tra i pali con l’Albatro

    728x90_Alfa_Stelvio
    freccia