• “Priolo at Christmas Time”, il grande jazz di David Schroeder e Antonio Figura

    Priolo ritorna , dopo molti anni, ad ospitare grandi artisti di fama internazionale.
    In occasione delle festività natalizie , l’amministrazione comunale ha voluto fare un dono speciale alla cittadina Priolese e non solo, inserendo nel programma “Priolo at Christmas Time” il concerto di David Schroeder e Antonio Figura che presenteranno, dopo le tappe di Milano e Roma, anche a Priolo la loro nuova opera, “Been Here and Gone” ,frutto di una collaborazione che si basa sull’amore e la passione per la musica oltre ad una nuova concezione della musica jazz.

    David Schroeder musicista e strumentalista, la sua attività di musicista professionista lo ha visto al fianco dei più celebri artisti della scena musicale internazionale.
    Nota la presenza ai tanti festival internazionali tra i quali si citano; United Arab Emirates, National Symphony of Mongolia e Costa Rica National Symphony.
    E’ direttore degli Studi Jazz della New York University, dove sviluppa un ambiente interattivo tra studenti, artisti, docenti, industria musicale e la comunità jazz presente a WYC.

    Antonio Figura definito pianista virtuoso, eclettico , lirico e versatile. Il Sound duttile e moderno e le rigoroso partiture gli permettono di dar vita a suggestive cangianti atmosfere verso il jazz del futuro.
    Nel 2014 Figura è stato inserito nel “Dizionario del Jazz Italiano” di Flavio Caprera, edito da Feltrinelli. La sua versatilità gli ha permesso di collaborare con artisti di varia estrazione come; Lenny White , Dave Pietro, Tom Kennedy, Jean Philippe Morel. “Finalmente il nostro paese -commenta il sindaco, Pippo  Gianni-ritornerà allo splendore di un tempo,anche nell’ambito culturale e questo è solo l’inizio per un paese e un futuro migliore.La musica, l’arte in genere è un bene comune che va coltivato, va insegnato e divulgato, e noi siamo orgogliosi di poter ripartire da un giovane che ritorna nella sua terra con un artista internazionale e felici di poter fare un dono culturale così importante ai nostri cittadini, con la speranza -conclude il primo cittadino-che la cultura possa ritornare ad occupare un ruolo importante nello sviluppo del nostro amato paese”.

    freccia