• Siracusa. Asili nido comunali, voucher e altre polemiche: La Garderie replica alle accuse

    Polemica sempre viva attorno al servizio di gestione degli asili nido comunali. Dopo le ultime accuse del deputato nazionale Pippo Zappulla e della consigliera comunale Simona Princiotta, interviene la società La Garderie. Indirettamente citata dai due politici, la cooperativa si difende per bocca del presidente del consiglio di amministrazione, Moreno Martinez. “L’Amministrazione Comunale di Siracusa non ha erogato alcun voucher per servizi di asilo nido da spendersi presso le nostre strutture, bensì, attraverso lo strumento dell’acquisto posti previsto dal Piano di Azione e Coesione primo riparto, ha acquistato 15 posti presso l’asilo nido di via Monteforte e 38 posti presso quello di Cassibile”. Le strutture private de La Garderie “sono le uniche a Siracusa autorizzate
    per legge a poter avere rapporti in convenzione con la Pubblica Amministrazione”, ricorda Martinez. “La nostra cooperativa ha ottenuto l’acquisto dei posti, presso le proprie strutture, lecitamente e in forza di principi di legalità e trasparenza, principi cari sia al consigliere Princiotta che all’On.Zappulla”, aggiunge poi rispedendo le accuse e presunti coni d’ombra al mittente.
    “Ad oggi, per i servizi resi, sempre con la massima professionalità e correttezza, questa cooperativa non ha percepito un euro. Presso l’asilo nido di Cassibile, pur avendo una capienza autorizzata per 42 minori, sono stati acquistati solo 38 posti a fronte di una richiesta, da parte della cittadinanza, ben più ampia e che ha determinato una lunga lista d’attesa. La cooperativa per venire incontro proprio ai bambini e alle loro famiglie, ha messo a disposizione gli ulteriori 4 posti esattamente come se fossero stati acquistati dall’Amministrazione, portando di fatto l’offerta di posti asili nido da 38 a 42”, ricostruire quindi il rappresentante de La Garderie.
    “Abbiamo partecipato alla gara d’appalto per la gestione degli asili nido comunali
    aggiudicandoci due lotti e scegliendone uno in forza di una precisa norma del bando di gara.
    Nessun ricorso avverso tale aggiudicazione è stato presentato da parte di alcun partecipante alla gara. Gestiamo 18 strutture in varie provincie siciliane ed ttaliane, strutture che ci siamo aggiudicati vincendo gare d’appalto, in virtù di tanto lavoro, impegno, professionalità, legalità e correttezza sia con le Istituzioni che con tutti i collaboratori di questa società. Infine tutto il personale, operante a vario titolo presso le nostre strutture, ha percepito e percepisce regolarmente le retribuzioni cosi come previsto dai contratto di settore e questo nonostante i famosi ritardi nei pagamenti delle pubbliche amministrazioni”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia