• Siracusa. Bonifica della baraccopoli, Italia: “Ora lavoriamo ad un Modello Cassibile”

    Mentre a Cassibile viene smantellata la tendopoli e bonificata l’area, il Comune annuncia l’intenzione di non tornare più indietro. Gli ultimi braccianti stagionali extracomunitari che alloggiano ancora lì, in condizioni ben distanti da quelle definibili dignitosi, vengono indirizzati in queste ore altrove, con la collaborazione della rete associativa locale e all’organizzazione umanitaria, “InterSos”. Il sindaco Francesco Italia e l’assessore alle Politiche di genere e Volontariato Rita Gentile parlano di operazioni che si sono svolte “serenamente, in un clima di fattiva collaborazione a cui è seguita, previa richiesta di autorizzazione al Custode giudiziario dell’area, la procedura amministrativa che ha permesso l’avvio della pulizia e della bonifica in data odierna. La fine della stagione della raccolta e la bonifica del campo non esaurisce il compito dell’Amministrazione che è ben consapevole di dover continuare ad adoperarsi nel ricercare in collaborazione con le altre istituzione, in particolare Prefettura e Regione, le risorse necessarie da destinare a forme alloggiative dignitose per i lavoratori stagionali immigrati promuovendo al contempo, con eguale forza, tutte quelle progettualità necessarie per superare le tante forme d’ingaggio della mano d’opera largamente ancora in mano al caporalato”. L’obiettivo annunciato è adesso la creazione di un contesto più dignitoso per la prossima stagione di raccolta nei campi. Un “modello Cassibile” , da avviare insieme ad un’azione di contrasto al caporalato.  “Consapevoli- concludono Italia e Gentile- di non poter dare oggi rassicurazioni certe ad un problema che persiste da decenni, tuttavia ribadiamo che l’Amministrazione Comunale opererà con la massima determinazione, sollecitando tutte le autorità coinvolte in una logica di rete, per avviare le azioni necessarie per dare dignità, decoro e legalità alla prossima stagione di raccolta 2021”.

    freccia