• Siracusa calcio, domani per il pass salvezza col Catanzaro. Raciti: “La meritiamo per il percorso fatto nel girone di ritorno”

    Out Rizzo (infortunato), Ott Vale squalificato, il resto tutti a disposizione per il Siracusa “ma valuteremo Tiscione, Palermo e Turati non al meglio”, ha detto il tecnico Ezio Raciti alla vigilia della sfida di domani alle 15 contro il Catanzaro. Con un occhio a ciò che succederà a Brindisi dove in campo andrà il Bisceglie contro il Francavilla. “Sul campo faremo ciò che è giusto fare, non pensare a Brindisi, non possiamo farci condizionare e siamo artefici del nostro destino: lo diciamo da settimane e il messaggio che deve passare è solo questo. Passo falso a Caserta? Non nomino mai chi manca però li sono successe troppe coincidenze che assieme ci hanno un po’ indebolito, infortuni di Palermo e Russini, poi un rigore assurdo e l’espulsione. Loro fino all’occasione del rigore Crispino non aveva fatto una sola parata, ci stavamo difendendo in maniera ordinata e non abbiamo avuto calo fisico ma ci sta che negli eventi possa cambiare la partita. Assenze ? Solo Ott Vale e Rizzo out, il resto non è ancora deciso, ma in ogni caso chi lo sostituirà sarà importante. Catanzaro ? Prima di tre finali per loro ma il Siracusa non è salvo e sarà una finale anche per noi, ci piacerebbe domani festeggiare e poter dedicare la salvezza al presidente che ha fatto tanti sacrifici”. E poi anche ad una squadra che da quella gara di andata a Catanzaro ha cambiato realmente volto. “Dovevamo trovare serenità nel girone di ritorno e abbiamo fatto un cammino importante, abbiamo costruito una identità precisa nel bene e nel male, siamo diventati una squadra che non si è mai risparmiata e che è difficile da affrontare, credo che dietro il Siracusa si è messo un po’ di squadre in questo girone di ritorno”.

    728x90_Alfa
    freccia