• Siracusa-Fontane Bianche in treno nei festivi, spinta Gradenigo: “integrare la mobilità”

    “Poter indossare le infradito e asciugamano sotto braccio, percorrere in appena 12 minuti la distanza tra il Pantheon e Fontane Bianche, bypassando le chilometriche code di auto infuocate su via Elorina la domenica, è stato quasi surreale”. Carlo Gradenigo, ex consigliere comunale, racconta così la prima corsa in treno da Siracusa a Fontane Bianche, alla ripresa domenicale del collegamento.
    “Siamo felici che Trenitalia abbia finalmente deciso di puntare sulla tratta Siracusa-Fontane Bianche-Ragusa nei giorni festivi e crediamo che sia compito nostro, delle attività private e del Comune di Siracusa investire in comunicazione e servizi per rimettere al centro degli spostamenti tra mare e città, la Stazione Ferroviaria e il treno. Ad iniziare da un collegamento bus stabile e puntuale tra Ortigia e la Stazione FS di Siracusa su corsie preferenziali, dalla realizzazione del senso unico su via delle Muse a Fontane Bianche fino alla messa in funzione di una circolare bus navetta tra viale dei Lidi e Cassibile, passando per la fermata ferroviaria di Fontane Bianche. Mettere a sistema un servizio di trasporto efficiente capace di attrarre sempre più persone tra turisti e residenti può fornire una risposta a Trenitalia in termini di passeggeri tale da giustificare un allungamento del servizio ai mesi autunnali e perché no a tutto l’anno con tutti i risvolti positivi in termini di traffico, tempo e inquinamento per i cittadini di Cassibile, Fontane Bianche e Siracusa”.

    freccia