• Vince Sgarbi, il Caravaggio lascia Siracusa: operazioni di carico e partenza del dipinto

    Il Seppellimento di Santa Lucia sta per lasciare Siracusa. Il Caravaggio andrà a Roma prima, per una serie di controlli tecnici all’Istituto Centrale del Restauro, e poi a Rovereto per la mostra organizzata dal Mart di Vittorio Sgarbi. Dovrebbe rientrare a Siracusa solo a gennaio 2021, per far rientro nella chiesa della Borgata per cui era stato concepito.
    Intanto, di buon mattino sono cominciate le operazioni preparatorie. Off limits la chiesa di Santa Lucia alla Badia, dove il dipinto viene conservato ed esposto. All’interno, i tecnici incaricati del delicato trasporto hanno “impacchettato” la grande opera trasportata a spinta su di un carrellino fino a piazza Archimede per essere poi caricata su un furgone tecnico attrezzato.

    All’esterno della chiesa della Badia è stata rimossa la targa che indicava la presenza del Caravaggio. “Fu così che andò via. Sta partendo. Intorno all’anno mille portarono via le spoglie. Oggi è la volta dell’icona del Caravaggio”. Lo ha scritto Paolo Giansiracusa, professore di storia dell’arte che ha guidato la resistenza cittadina alla partenza dell’opera.
    La scorsa settimana, vertice in Prefettura. Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, aveva messo sul tavolo il “no” del Comune al trasferimento, insieme a quello della Curia. Fuori tempo massimo evidentemente: il Fec aveva forse già deciso i destini dell’opera.

    freccia