• Un cast stellare per il teatro greco di Siracusa, ecco I Cavalieri: Pannofino, Catania, Alberti e Roy Paci

    Ad una settimana esatta dal debutto al teatro greco, il cast stellare della commedia I Cavalieri (Aristofane) si ritrova al gran completo all’appuntamento di lancio voluto dalla Fondazione Inda. Il più atteso è Francesco Pannofino, ma al suo fianco ci sono Gigio Alberti, Antonio Catania, Roy Paci, Sergio Mancinelli e Giovanni Esposito.
    Quella di Aristofane è una commedia graffiante, divertente e attualissima, incentrata sulla lotta per il potere e quella politica che dall’antica Grecia ad oggi si presta ad una satira sagace e corrosiva. La regia è stata affidata a Giampiero Solari, maestro di molti dei più apprezzati e noti comici italiani. “Sono passati duemila e cinquecento anni da quando Aristofane, armato di ironia e maestria teatrale, si permetteva di prendere in giro i politici del suo tempo – ha spiegato Solari – impegnati in una sgangherata corsa al potere, vanitosi della propria ignoranza. E proprio oggi, contrariamente ad ogni ‘razionale previsione e mistica preveggenza’, le parole di Aristofane sono più che mai necessarie; la natura dell’essere umano non è cambiata. L’attuale situazione politica è tornata ad essere la stessa comicamente volgare, intrisa di demagogia e populismo, raccontata in questa commedia”.
    La commedia, quarta produzione della lunga stagione della Fondazione Inda, debutterà il 29 giugno e verrà riproposta fino all’8 luglio. Nella cavea del Teatro greco si esibiranno Francesco Pannofino (il salsicciaio), Antonio Catania (Demo), Gigio Alberti (Paflagone), Giovanni Esposito (Demostene), Sergio Mancinelli (Nicia) e Roy Paci che – oltre a curare le musiche dello spettacolo – sarà anche in scena nei panni del corifeo.
    I costumi sono ispirati ai pupi siciliani, ai fumetti e vedono anche l’utilizzo di enormi e originalissime maschere da parte del coro, formato dagli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico.
    La traduzione del testo di Aristofane è di Olimpia Imperio, l’adattamento drammaturgico di Riccardo Favaro e Pablo Solari, le scene e il disegno luci di Angelo Linzalata, i costumi di Daniela Cernigliaro, le coreografie di Lara Guidetti, il coordinamento del coro di Simonetta Cartia mentre regista assistente è Paola Galassi.
    “Terminate con grande successo di pubblico e soddisfazione le rappresentazioni tragiche, abbiamo costruito con un team di professionisti di primo livello uno spettacolo che è un formidabile mix di poesia e di comicità. Anche quest’anno – ha detto il consigliere delegato dell’Inda, Pier Francesco Pinelli – la Fondazione invita il pubblico al Teatro greco per stupirsi, ridere e vivere una nuova esperienza teatrale che il pubblico italiano può provare solo nella commedia presentata al Festival a Siracusa”.
    Previste diverse agevolazioni per l’acquisto dei biglietti, tutte elencate nel sito dell’Inda (www.indafondazione.org). Biglietti in vendita anche nelle biglietterie di corso Matteotti e del teatro greco.

    freccia